Universalismo e sviluppo tecnologico: i casi della Germania, del Regno Unito e degli Usa