Storia del Primo Maggio
Dalle origini ai giorni nostri
A cura di:
Maggio 2009
288 pag
ISBN: 88-230-1352-0
Collana: Storia e memoria
Descrizione
«"Spezza il tuo bisogno e la tua paura di essere schiavo, il pane è libertà, la libertà è pane". Già Luciano Lama indicava nei versi di Albert R. Parsons, dirigente di primo piano del sindacalismo statunitense, "la definizione più pura e più universale del significato del Primo Maggio". In effetti, le parole proclamate da uno dei "martiri di Chicago", di fronte ad un tribunale che lo condannava all’impiccagione per essere stato a capo del movimento per le otto ore, racchiudono il senso che ancora oggi, a centoventitré anni di distanza da quel drammatico 1° maggio 1886, comunemente attribuiamo alla Festa internazionale del lavoro: una celebrazione che per oltre un secolo, da quando venne istituita nel 1889, ha ribadito i valori della pace, della fratellanza e della solidarietà internazionale, del progresso sociale ed economico, della lotta per l’emancipazione e contro lo sfruttamento dei lavoratori, che rappresentano il patrimonio culturale e civile del movimento operaio…
«Dobbiamo ancora una volta essere grati a Francesco Renda per avere messo a disposizione di tutti noi la sua competenza scientifica e la sua sensibilità umana, con l’obiettivo di ricostruire in modo rigoroso e puntuale le vicende storiche sviluppatesi intorno alla Festa del lavoro, dalle origini ad oggi... il cammino è stato, è e sarà tortuoso, difficile, irto di ostacoli; le conquiste, una volta ottenute, vanno difese con la forza, con la lotta, con il diritto…
«...occorre agire in modo ancora più deciso che in passato per rilanciare il 1° maggio quale simbolo del valore sociale del lavoro, di quel lavoro che oltre sessant’anni fa i costituenti vollero mettere a fondamento della Repubblica democratica"».
(Dalla prefazione di Guglielmo Epifani)




Rassegna:
Libri: Francesco Renda firma 'storia del primo maggio' = trasformare la festa in un bilancio delle conquiste dei lavoratori
da: Adnkronos-26-Aprile-09
26/04/2009
Roma, 26 apr. - (Adnkronos) - Un libro che ricostruisce in modo rigoroso e puntuale le vicende storiche che si sono sviluppate intorno alla Festa del lavoro, dalle origini ad oggi. Una lunga storia nella quale viene messo l'accento su tutto cio' si e' fatto e non si e' fatto, quel che si e' ottenuto e non ottenuto, il costo di ogni vittoria e ogni sconfitta. E' ''Storia del Primo maggio. Dalle origini ai giorni nostri'' (Ediesse), di Francesco Renda, docente di Storia moderna all'Universita' di Palermo. Nel suo libro Renda illustra il senso della festa dei lavoratori che, a centoventitre' anni dal suo inizio, il primo maggio 1886, continua a ribadire i valori della pace e della democrazia, della fratellanza e della solidarieta' internazionale, del progresso sociale ed economico, della lotta per l'emancipazione contro lo sfruttamento. Ma l'autore avanza anche una proposta: rilanciare il primo maggio come simbolo del valore sociale del lavoro, di quel lavoro che oltre sessant'anni fa i costituenti hanno messo a fondamento della Repubblica democratica. Come? Trasformando il primo maggio in un momento di bilancio annuale, a livello nazionale e locale, di quanto ottenuto e di quanto ancora da conquistare. Un giorno di celebrazione, dunque, ma anche di riflessione costruttiva. (Clt/Gs/Adnkronos) 26-APR-09 17:55
1 maggio: in un libro la storia e la proposta di rilanciare simbolo
da: Adnkronos-30-Aprile-09
30/04/2009
Roma, 30 apr. (Adnkronos/Labitalia) - Rilanciare il Primo Maggio come simbolo del valore sociale del lavoro. Di quel lavoro che oltre sessant'anni fa i costituenti hanno messo a fondamento della Repubblica democratica. Come? Trasformando questa ricorrenza in un momento di bilancio annuale, a livello nazionale e locale, di quanto ottenuto e di quanto ancora da conquistare. Un giorno di celebrazione, dunque, ma anche di riflessione costruttiva. E' la proposta avanzata da Francesco Renda, professore emerito di Storia moderna all'Universita' di Palermo, autore di una 'Storia del Primo Maggio. Dalle origini ai giorni nostri', edita da Ediesse e in uscita a maggio. Nel volume, la cui prefazione porta la firma del leader della Cgil, Guglielmo Epifani, Renda ricostruisce in modo puntuale le vicende storiche che si sono sviluppate intorno alla Festa del lavoro,dalle origini a oggi. Una storia difficile da ricostruire, soprattutto perche' sono pochi gli storici a essersi occupati in maniera approfondita del tema. Di ogni Primo Maggio, Renda racconta quello che si e' fatto ma anche quello che non si e' fatto, quello che si e' ottenuto e che non si e' ottenuto. E, ancora, il costo che ogni vittoria e ogni sconfitta ha comportato per il movimento operaio. E il Primo Maggio e' la festa di tutti i lavoratori, di chi fatica con le mani e col pensiero, ma soprattutto, come la definisce l'autore, e' ''la piu' bella e valida invenzione del movimento operaio''. (Lab/Ct/Adnkronos) 30-APR-09 15:48
1 maggio: storia d'un giorno esemplare,presentata da Epifani
da: Ansa-24-Aprile-09
24/04/2009
(ANSA) - ROMA, 24 APR - FRANCESCO RENDA, STORIA DEL PRIMO MAGGIO (EDIESSE, pp.284 - 15,00 euro). ''Spezza il tuo bisogno e la tua paura di essere schiavo, il pane e' liberta', la liberta' e pane'': gia' Luciano Lama indicava nei verso di Albert R. Parsons, dirigente di primo piano del sindacalismo statunitense, come ''la definizione piu' pura e piu' universale del significato del Primo Maggio''. A ricordarlo e' Guglielmo Epifani, segretario generale della Cgil, nella sua prefazione a questo libro che ripercorre la storia di un giorno diventato emblematico. ''In effetti, le parole proclamate da uno dei martiri di Chicago - scrive Epifani -, di fronte ad un tribunale che lo condannava all'impiccagione per essere stato a capo del movimento per le otto ore, racchiudono il senso che ancora oggi, a 123 anni di distanza da quel drammatico 1 maggio 1886, comunemente attribuiamo alla Festa internazionale del lavoro: una celebrazione che per oltre un secolo, da quando venne istituita nel 1889, ha ribadito i valori della pace, della fratellanza e della solidarieta' internazionale, del progresso sociale ed economico, della lotta per l'emancipazione e contro lo sfruttamento dei lavoratori, che rappresentano il patrimonio culturale e civile del movimento operaio''. Epifani si dice ''grato'' a Francesco Renda per avere, ''con la sua competenza scientifica e la sua sensibilita' umana'', ricostruito in modo rigoroso le vicende storiche sviluppatesi intorno alla Festa del lavoro, dalle origini ad oggi. ''Il cammino e' stato, e' e sara' tortuoso, difficile, irto di ostacoli; le conquiste, una volta ottenute, vano difese con la forza, con la lotta, con il diritto (....) occorre agire in modo ancora piu' deciso che in passato per rilanciare il 1 maggio quale simbolo del valore sociale del lavoro, di quel lavoro che oltre sessant'anni fa i costituenti vollero mettere a fondamento della Repubblica democratica'', annota ancora il segretario della Cgil. (ANSA). PER 24-APR-09 17:51
Primo maggio
da: Fahrenheit - Radio Tre-01 Mag 09
01/05/2009

Link alla risorsa
Geopolitica del Primo maggio
da: Liberazione-01-Maggio-09
01/05/2009

Download
Ecco il primo maggio dai "possibilisti" al sindacato americano
da: il Manifesto-01-Maggio-09
01/05/2009

Download
Primo maggio
da: La storia e la memoria - Radio 24-02 Mag 09
02/05/2009

Link alla risorsa
Quella festa macchiata di Sangue
da: La Repubblica ed. Palermo-01-Maggio-09
01/05/2009

Download
Quando i lavoratori italiani non potevano festeggiare
da: l'Unità-
01/01/1970

Download
La cultura italiana
da: Un libro tira l'altro - Radio 24-26 Aprile 09
26/04/2009

Link alla risorsa
In libreria "Storia del primo maggio". Nuova fatica letteraria di Francesco Renda
da: asud'europa-11-Maggio-09
11/05/2009

La festa del lavoro
da: La notte di Radio Uno-01 Mag 09
01/05/2009

Link alla risorsa
Giornata di solidarietà  e fratellanza da oltre un secolo
da: l'Adige-1 Mag 10
01/05/2010

Download
Francesco Renda, Storia del Primo maggio
da: Il mestiere di storico-1 Settembre 09
01/09/2009

Download