Sergio Romano L’Europa tra Trump, Putin e Xi
Una lettura realista dei rapporti tra le Nazioni e dei rapporti di forza internazionali. Ragioni e prospettive dell’Europa federale per un nuovo bilanciamento di poteri fra le aree del pianeta
Pubb. : Gennaio 2019
104 pag
ISBN: 978-88-230-2174-7
Descrizione
L’Europa appare sempre più debole nei confronti delle politiche aggressive degli Usa, della Russia, della Cina e di altre aree del mondo che si contendono gli spazi commerciali, tecnologici e finanziari della globalizzazione. Una situazione che dipende dalla forza degli altri paesi o dalla sua incompiutezza politico-istituzionale? In altri termini, sono più efficienti i regimi non democratici a contendersi gli spazi di crescita nel mondo piuttosto che i paesi con percorsi decisionali plurimi e dialettici? Stefano Iucci intervista su questi temi Sergio Romano che, con la sua esperienza di diplomatico prima e di storico della politica oggi, analizza le caratteristiche e le diversità tra Putin, Trump, Xi, inserendole all’interno delle dinamiche presenti in altre aree del mondo per tornare a ragionare sul lungo «guado» in cui l’Europa si trova: le indecisioni strutturali sul suo sistema politico, la mancanza di competenze uniche continentali e il rafforzarsi del sovranismo. Sergio Romano è stato ambasciatore alla Nato e, tra il 1985 e il 1989, a Mosca. Ha insegnato a Firenze, Sassari, Berkeley, Harvard, Milano e Pavia. È storico ed editorialista del Corriere della Sera. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo Putin e la ricostruzione della grande Russia (Longanesi, 2016), Trump e la fine dell’american dream (Longanesi, 2017), Il giorno in cui fallì la rivoluzione. Una controstoria della Russia rivoluzionaria dal 1917 al 1991 (Solferino, 2018).