QRS N. 4/2010
Rappresentanza politica del lavoro
Ottobre 2010
Abbonati
Descrizione
  • Il futuro dell'Italia come paese industriale
  • Le cause dei conflitti di lavoro
  • I cambiamenti della contrattazione collettiva
Scarica la rivista completa
Abbonati
297
Abbonati
Come cambia la
Pier Paolo Baretta

Come cambia la rappresentanza politica e sociale, dopo che sono cambiati sia i rappresentanti (le classi sociali) chi i rappresentanti (i partiti politici e i sindacati).

287
Abbonati
Il lavoro e il comportamento di voto in Italia
Maurizio Pessato

Pessato, Presidente della SWG, esamina il comportamento di voto di classi e gruppi sociali nell’arco delle ultime tornate elettorali.

294
Abbonati
Sindacati, partiti e politica: quale nuovo nesso è possibile?
Rebecca Gumbrell-McCormick

Una preziosa panoramica sulle tendenze che in Europa hanno storicamente segnato i rapporti fra sindacati e partiti politici, con un approdo - oggi - verso un ampliamento delle distanze fra questi due pilastri del sistema democratico.

288
Abbonati
Novità e discontinuità nella contrattazione italiana
Roberto Pedersini

Una doppia recensione alla luce delle trasformazioni più recenti nelle relazioni industriali, nel settore privato e in quello pubblico. Il libro di Cella e Treu "Relazioni industriale e contrattazione collettiva", e quello di Carrieri e Nastase "Spazio e ruolo delle Autonomie nella riforma della contrattazione pubblica".

295
Abbonati
Le scelte elettorali dell'ultimo quindicennio: voto di classe e voto degli iscritti al sindacato
Paolo Feltrin

Le basi sociali del voto in Italia negli ultimi 15 anni, con approfondimenti a livello territoriale e in relazione alle classi sociali. Come votano gli iscritti al sindacato? 80% della CGIL per il centrosinistra; non più del 50% di quelli di CISL e UIL.

296
Abbonati
Lavoro e rappresentanza politica
Michele_Prospero

"Se guardata dal punto di vista del lavoro, la c.d. seconda repubblica si rivela una vera sciagura con inauditi arretramenti normativi, economici, sociali e valoriali".

284
Abbonati
La politica scolastica del ministro Gelmini (2009-2010)
Dario_Missaglia

Il riordino del ciclo secondario realizzato dal ministro Gelmini: una lettura critica di una svolta "epocale", in grado di realizzare - fra l'altro - il più imponente taglio di risorse, umane e finanziarie, che la scuola pubblica abbia mai conosciuto.

289
Abbonati
La contrattazione collettiva nel cambiamento tra problemi antichi e criticità emergenti
Andrea Bellini

Una doppia recensione alla luce delle trasformazioni più recenti nelle relazioni industriali, nel settore privato e in quello pubblico. Il libro di Cella e Treu "Relazioni industriale e contrattazione collettiva", e quello di Carrieri e Nastase "Spazio e ruolo delle Autonomie nella riforma della contrattazione pubblica".

303
Abbonati
Il futuro dell'Italia come paese industriale
Aris Accornero

"E' giusto e soprattutto necessario investire adesso e ancora su un futuro industriale per l'Italia. (..) Siamo stati invece assordati e ossessionati per anni dalla retorica del 'post-industriale'" (..)

298
Abbonati
Come cambia la rappresentanza politica e sindacale nel post-fordismo
Pier Paolo Baretta

Come cambia la rappresentanza politica e sociale, dopo che sono cambiati sia i rappresentanti (le classi sociali) chi i rappresentanti (i partiti politici e i sindacati).

291
Abbonati
I diritti di coinvolgimento delle rappresentnaze dei lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
Giorgio Verrecchia

Un'approfondita disamina giuridica delle norme, di derviazione europea, che in Italia disciplinano oggi i diritti di coinvolgimento dei lavoratori e dei loro rappresentanti nelle politiche aziendali per la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro

746
Abbonati
I 150 anni dell'Unità d'Italia

In occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, una riflessione e un bilancio sul rapporto fra Stato, classi dirigenti e cittadini, a partire da un raffronto con la situazione europea negli stessi anni.

286
Abbonati
Gli operai del Nord e la Lega
Roberto Biorcio

Biorcio, fra i più assidui studiosi del fenomeno leghista in Italia, ripercorre le tappe ideologiche ed elettorali che hanno suggellato l’insediamento della Lega fra i ceti operai del nord industrializzato. Una “mobilitazione dei penultimi contro gli ultimi” (gli immigrati) su istanze securitarie e culturalmente regressive, fortemente territorializzate e sapientemente alimentate dall’imprenditoria politica della nuova destra populista.

304
Abbonati
Differenze e analogie nelle cause dei conflitti di lavoro
Franz Traxler

Modelli teorici e misurazioni statistiche per comprendere i differenziali di conflittualità industriale fra i maggiori paesi capitalistici. Quali le peculiarità relative del caso italiano. Ne trattano due studiosi austriaci, fra i quali il compianto Franz Traxler - fra i più grandi studiosi internazionali di relazioni industriali - deceduto un anno fa.

290
Abbonati
Crisi, debito e crescita nei paesi dell'euro
Ruggero_Paladini

Le prospettive economiche dell'europa e dell'Italia a partire dagli scenari che ci consegna l'ultimo decennio.

293
Abbonati
Come ridefinire la rappresentanza politica del lavoro. Presentazione
Mimmo. Carrieri

Il declino del voto operaio per il centrosinistra è sì una tendenza in atto, e non solo in Italia, ma in una cornice fluttuante nella quale fattori strutturali e contingenti si intrecciano in un rapporto problematico e non deterministico. A complicare il quadro concorre infatti la stessa concettualizzazione di classe sociale nonché il mutamento, oltre che della domanda politica di rappresentanza, dell’offerta, rappresentata dai partiti politici

292
Abbonati
Storie precarie. Un bilancio storico sui giovani e il lavoro
Roberto Bruno

I mutamenti del lavoro e la precarizzazione letti attraverso una serie di interviste realizzate fra i giovani del territorio jonico-etneo.