Principi elementari della propaganda di guerra
Utilizzabili in caso di guerra fredda, calda o tiepida...
A cura di:
Gennaio 2005
152 pag
ISBN: 88-230-0600-7
Collana: Saggi
Gran BretagnaguerraLord Ponsonbypropaganda
Descrizione
Lo spunto per questo libro è stata la lettura dell’opera di Lord Ponsonby, pubblicata a Londra nel 1928 e intitolata Falsehood in Wartime, ovvero falsità in tempo di guerra, una stimolante riflessione sulla propaganda bellica nel primo conflitto mondiale. L’autore, barone, nato nel castello di Windsor e appartenente a una delle più nobili famiglie britanniche, ostile all’entrata in guerra della Gran Bretagna nel 1914, abbandonò il partito liberale per iscriversi al partito laburista, del quale divenne rappresentante alla Camera dei Comuni e successivamente alla Camera dei Lords. Arthur Ponsonby era un pacifista convinto e nel suo libro si dedicò a smascherare un certo numero di menzogne inventate e propagandate durante la prima guerra mondiale per giustificarla agli occhi delle masse popolari, e a descrivere alcuni meccanismi elementari della propaganda di guerra che l’autrice di questo agile volume riassume nei dieci principi che ne costituiscono i capitoli. Partendo da qui, per ciascuno di tali principi di propaganda, Anne Morelli, docente presso l’Université Libre de Bruxelles, dimostra come i loro meccanismi non siano stati messi in azione solo nella prima guerra mondiale, ma al contrario siano poi stati regolarmente utilizzati negli altri successivi conflitti, fino ai più recenti. Il saggio introduttivo di Giulietto Chiesa completa l’analisi illustrando le tecniche di persuasione peculiari del «villaggio globale», veicolate dal sistema mediatico contemporaneo.