Per non tornare al buio - Dialoghi sull'aborto
Dialoghi sull’aborto
Un quadro realistico e attuale del problema attraverso l'esperienza diretta degli operatori.
A cura di:
Febbraio 2017
264 pag
ISBN: 978-88-230-2042-9
Collana: Materiali
abortodiritto alla salutedonnefemminismo
Descrizione
Per non tornare al buio, a quegli anni oscuri in cui le donne erano costrette ad abortire in clandestinità.
Ripensare l’obiezione di coscienza, che in Italia riguarda oggi oltre il settanta per cento dei medici,
attraverso un dialogo fra ginecologi, obiettori e non obiettori, mettendo fine allo scontro ideologico
su questo tema. Un libro di ascolto, nel quale la politica non sale in cattedra, e i medici, per la prima volta,
con grande sincerità, raccontano le loro esperienze professionali e umane, e tutti, indistintamente, formulano proposte concrete, partendo da una premessa comune: tutelare la salute delle donne innanzitutto. Due diritti a confronto: quello delle donne a vedere applicata la legge e quello dei medici a esprimere l’obiezione di coscienza, quando seria e motivata. Il volume è anche il racconto, per le generazioni più giovani, del percorso straordinario di impegno civile, di mobilitazione delle donne che ha portato all’approvazione della legge n. 194/78 sull’interruzione volontaria di gravidanza. Una memoria storica, un passaggio di testimone, per evitare di vanificare una legge che si propone di salvaguardare la salute e l’autodeterminazione delle donne, di prevenire l’aborto, di valorizzare i consultori familiari. Con la convinzione che, per affrontare il problema etico e morale dell’aborto, bisogna avere il coraggio di pensare a una società materna e a una politica materna. Per costruire una società libera dall’aborto.