Oltre la nazione
Conflitti postcoloniali e pratiche interculturali. Il caso della diaspora tamil
La diaspora Tamil tra conflitti postcoloniali e pratiche interculturali
Pubb. : Maggio 2014
248 pag
ISBN: 978-88-230-1839-6
Descrizione
Con Oltre la nazione Giuseppe Burgio ha vinto il Premio Internazionale “Vito e Bruna Fazio-Allmayer” per l’area storica, edizione 2014. Con contributi di Clelia Bartoli, Giuseppe Burgio, Jude Lal Fernando, Thanushan Kugathasan, Cristiana Natali, Ambra Pirri, Sebastiampillai Dunstan Rajakumar, Fulvio Vassallo Paleologo. ---------------------------------------- La Commissione giudicatrice, costituita dai Professori Franco Cambi, Franco Frabboni, Eliana Frauenfelder, Epifania Giambalvo, Mario Manno, Alessandro Mariani, Franca Pinto, Vincenzo Sarracino, ha attribuito il Premio Internazionale di Pedagogia“Vito e Bruna Fazio-Allmayer” a GIUSEPPE BURGIO, con il seguente giudizio: GIUSEPPE BURGIO, dottore di ricerca e professore a contratto di Pedagogia generale e sociale nell’Università di Palermo, ha presentato un recentissimo testo dal titolo Oltre la nazione. Conflitti postcoloniali e pratiche interculturali. Il caso della diaspora tamil, di cui è curatore (Roma, Ediesse, 2014), nel quale mostra il maturarsi dei suoi interessi per un mondo comunemente ritenuto “ diverso”. In questo caso sono i tamil. Anche in questo studio la sua voce dialoga con altri interpreti che si occupano dell’Altro e lo fanno da punti di vista disciplinarmente eterogenei. Ma il suo discorso si sviluppa anche a un livello di teoria dell’educazione originale e denso di significato, che andrebbe valorizzato sul terreno della pedagogia interculturale, soprattutto oggi. Il saggio mette a fuoco anche il concetto di pedagogia negativa che invita a disimparare ogni forma di ideologia discriminatoria e a fissare come obiettivo costruttivo la dialettica di incontro/scontro/dialogo tra gruppi etnie e culture. Il lavoro è serio, fine e complesso. Perché il nazionalismo sembra ancora, forse più che in passato, diffuso in un mondo globalizzato? Come interagisce il nazionalismo con le politiche di genere? Come funziona l’identità «nazionale» in un contesto di migrazioni transnazionali? Possiamo ancora chiamare «migrazioni» i fenomeni diasporici che stanno trasformando le nostre società? Come possiamo discutere di intercultura in presenza del terrorismo internazionale? Il volume si occupa di tali questioni concentrandosi su un ambito specifico: i Tamil dello Sri Lanka, le pratiche (politiche, economiche, culturali) transnazionali che agiscono (terrorismo compreso) e le forme plurali di oppressione che soffrono (in Sri Lanka come nelle comunità diasporiche in Occidente). Il volume collettaneo, nato dalla collaborazione interdisciplinare tra studiosi italiani e tamil, analizza le complesse relazioni tra identità nazionale e nazionalismo (anche quello detto «a lunga distanza»), tra soggettività diasporica e dialogo interculturale, in un contesto planetario ormai compiutamente postcoloniale, multiculturale e meticcio. I vari contributi – mentre analizzano in profondità il case study rappresentato dai Tamil – si concentrano in generale sul complesso rapporto tra termini che sembrano antitetici (identità, nazionalismo, differenze, intercultura) rendendo il volume uno strumento utile a quanti vogliano approfondire il tema delle differenze etnico-culturali.