N3-2010
L'analisi organizzativa del sindacato
Luglio 2010
Abbonati
Descrizione
  • Rileggere lo Statuto
  • Il caso Pomigliano
  • La mobilità professionale
Scarica la rivista completa
Abbonati
95
Abbonati
Programmazione sostenibile
Matteo Iommi

111
Abbonati
La ricerca nelle organizzazioni di rappresentanza. Questioni metodologiche
Francesca Mandato

L’analisi empirica delle organizzazioni ha visto il succedersi in diversi periodi di una pluralità di approcci e metodologie scelte in relazione agli orientamenti teorici più diffusi e rispetto agli obiettivi delle indagini. I sindacati costituiscono un tipo specifico di organizzazione. L’importanza oggi di una riflessione sulla cultura organizzativa del sindacato, al fine di individuare quali approcci offrono migliori opportunità non solo da un punto di vista conoscitivo, per incidere positivamente in termini di apprendimento collettivo

117
Abbonati
I mutamenti organizzativi della CGIL
Enrico Panini

In una intervista con A. Braga il Segretario organizzativo della Cgil illustra le sfide che investono oggi il sindacato. Le risposte che si sono messe in campo per farvi fronte. I progetti per il reinsediamento. La formazione sindacale dei nuovi quadri e dei delegati. Il ruolo dei servizi. L'identità e le culture della Cgil.

116
Abbonati
Le innovazioni del sindacato in chiave futura: trasformazioni organizzative intenzionali o micro-adattamenti?
Adolfo_Braga

Di fronte ai grandi mutamenti del quadro sociale è stato chiesto ad alcuni studiosi di interrogarsi su quali siano le prospettive di cambiamenti organizzativi nelle organizzazioni di rappresentanza, con l’intento di mettere in evidenza quali siano i problemi di analisi organizzativa del sindacato per affrontare le sfide dei prossimi anni e quali possano essere le soluzioni per operare in modo congruente con il nuovo quadro sociale-istituzionale, affidando ad ognuno un proprio personale punto di vista.

115
Abbonati
Una rilettura dello Statuto
Massimo_Paci

Lo Statuto alla luce dei cambiamenti del lavoro intervenuti nel corso di questi decenni. Attualità e limiti di un modello. L'esigenza di immaginare diritti e tutele che salvaguardino la cittadinanza su presupposti più universalistici e inclusivi, con l'obiettivo di estendere i principi di libertà anche a quanti - nei nuovi scenari del lavoro flessibile - restano oggi esclusi dalle tutele di quella pur formidabile normativa

114
Abbonati
Lo Statuto dei lavoratori, quarant'anni dopo
Umberto_Romagnoli

Lo "Statuto": ha 40 anni e li dimostra ma li porta bene ('come una bella donna di quella età'). L'art. 18 (reintegra) e l'art. 28 (comportamento antisindacael): i due cardini della effettività dei diritti dei lavoratori. Il perchè è sotto perenne attacco. I bersagli di ogni disegno restauratore. Una lezione magistrale sugi sviluppi della cultura giuridica e sindacale di questi decenni nel nostro paese.

119
Abbonati
A cosa serve il legame debole
Stefano Zan

Intervista a cura di Adolfo Braga con uno dei maggiori studiosi italiani di sociologia dell'organizzazione. Una rivisitazione teorica sui temi classici della rappresentanza e dell'a logica dell'azione organizzativa, alla luce dei mutamenti socio-tecnici di questi anni. Il valore della formazione. L'università. Le organizzazioni di rappresentanza economico-sociali. Il sindacato e le sue culture organizzative.

118
Abbonati
Il difficile cambiamento. I sindacati tra innovazioni tentate ed esiti oscillanti
Elena_Persano

Rassegna teorica e ricerca empirica per un'analisi dei mutamenti organizzativi dei sindacati. Le cause della loro difficoltà e dei loro ritardi. La letteratura socialogica e gli studi classici sulla materia. Le ricerche realizzate. Lo studo di caso della Camera del lavoro di Milano. L'assunto finale della molteplicità come fondamento necessario e ineludibile delle grandi organizzazioni.

120
Abbonati
Lavori in corso
Onorio Rosati

La testimonianza di un dirigente sindacale rispetto all'esperienza del mutamento organizzativo in una realtà importante come la Camera del lavoro di Milano. Fra le proposte una maggiore verifica della rappresentatività, un processo che definisca più chiaramente le regole dei rapporti fra oo.ss., una ridefinizione del quadro dirigente che sappia valorizzare le nuove generazioni e la loro capacità di innovazione.

107
Abbonati
Forme di miopia nelle organizzazioni
Maurizio Catino

I meccanismi che generano miopia nelle organizzazioni; i fattori e i limiti che ostacolano il cambiamento. La miopia organizzativa si manifesta in particolare in due distinte forme di incapacità di un’organizzazione di: 1) riconoscere i segnali di pericolo che possono comprometterne il suo funzionamento; 2) riconoscere le potenziali opportunità. La principale conseguenza della miopia organizzativa è la persistenza in un’organizzazione di credenze e processi che producono conseguenze negative o inadeguate e la difficoltà nel cambiamento.

113
Abbonati
Contrattazione collettiva e relazioni industriali nell'
Vincenzo_Bavaro

Una attenta disamina dell'accordo separato alla Fiat di Pomigliano. Le forzature e le torsioni di un assetto nel quale vengono messe in discussione alcune regole del nostro sistema lavoristico e sindacale. Rapporto fra i livelli contrattuali, estensione soggettiva dell'efficacia, orari e riposi, diritto di sciopero, malattia. I problemi giuridici degli accordi separati e del sistema derogiatorio delle clausole di uscita. Il contratto nazionale dei metalmeccanici.

112
Abbonati
Sindacato e organizzazione. Bibliografia ragionata
Saul Megnaghi

110
Abbonati
Seiu: un'isola felice in un mare di desindacalizzazione
Marianna De Luca

Seiu è uno dei pochi sindacati americani che è stato in grado di invertire il trend di declino raddoppiando nell’arco di 12 anni il numero di iscritti. Investire le risorse dei “già sindacalizzati” dei servizi pubblici per dare ai “non ancora organizzati” dei servizi privati un sindacato e un contratto ha dato quindi i suoi frutti. Ma come possono gli iscritti di Seiu pensare di conservare i loro elevati standard di trattamento in un mondo globalizzato, in cui milioni e milioni di lavoratori sono privi di tutela sindacale? «Organizzandoli tutti», ha fino ad ora risposto Seiu. Ma fino a quando?

96
Abbonati
Cambiare è possibile
Fabrizio Solari

109
Abbonati
Una nuova
Janine Leschke

Forme atipiche di occupazione in Europa e politiche sindacali di inseidamento in queste nuove ed ampie realtà del mondo del lavoro. Approccio comparato fra i vari modelli dell'organizzazione. Il caso tedesco del sindacato Ver.di. Un confronto ravvicinato fra l'espereizna tedesca e quella inglese.

108
Abbonati
Come resistere al declino. L'opzione dei servizi nei sindacati
Sergio Maset

Crisi della sindacalizzazione e incentivi alla membership. Il ruolo dei servizi nelle politiche delle organizzazioni. L'esperienza dei CAF e dei patronati: un'analisi quantitativa. La tesi finale è che i sindacati non possono oggi fare a meno dei servizi, trattandosi di una delle poche alternative concretamente perseguibili per compensare il declino del tesseramento dei lavoratori dipendenti.

100
Abbonati
Gli accordi separati: un vulnus letale per le relazioni industriali
salvo/leonardi

Dieci anni di accordi separati: dal Patto di Milano al CCNL dei meccanici, passando per gli strappi del Patto per l'Italia o della riforma del sistema contrattuale. Fino a Pomigliano. I limiti di un modello di autonomia collettiva privo di regole legali democratiche ed esigibili. Il venir meno dei presupposti politici di un rapporto leale fra le oo.ss. I rischi giuridico-sindacali del nuovo modello contrattuale. I raffronti incongrui con altre esperienze europee. Globalizzazione e gli scenari inquietanti di un sindacato con le spalle al muro sotto il ricatto del prendere o lasciare.

104
Abbonati
Il Piano Solare Meditteraneo: motivazioni, stato attuale e prospettive
Roberto Vigotti

103
Abbonati
Il nostro futuro? Dipende da noi
Giuseppe Caravita

102
Abbonati
Attenzione, rivoluzione energetica in corso: necessario affrettarsi
Antonio Filippi

106
Abbonati
Il Mezzogiorno si rinnova
Franco Garufi

101
Abbonati
La terza rivoluzione industriale
Jeremy Rifkin

Dalle fonti di energia rinnovabile una straordinaria opportunità di sviluppo. Per sostenere la crescita, creare lavoro, valorizzare le risorse locali, ridurre gli squilibri tra Nord e Sud, diffondere modelli sociali ed economici più democratici e partecipati, salvaguardare il futuro del pianeta. Di terza rivoluzione industriale, sostenibilità, energie rinnovabili, piano solare mediterraneo, Nord - Sud e molto altro ancora scrivono e discutono B. Caravita, R. Consoli, E. D’Angelo, A. Filippi, F. Garufi, M. Iommi, V. Moretti, J. Rifkin, S. Rugiero, F. Solari

105
Abbonati
Le fonti rinnovabili in Italia: situazione e obiettivi
Emidio D'Angelo

97
Abbonati
L'analisi organizzativa dei sindacati. Presentazione
Adolfo_Braga

Di fronte ai grandi mutamenti del quadro sociale è stato chiesto ad alcuni studiosi di interrogarsi su quali siano le prospettive di cambiamenti organizzativi nelle organizzazioni di rappresentanza, con l’intento di mettere in evidenza quali siano i problemi di analisi organizzativa del sindacato per affrontare le sfide dei prossimi anni e quali possano essere le soluzioni per operare in modo congruente con il nuovo quadro sociale-istituzionale, affidando ad ognuno un proprio personale punto di vista.

125
Abbonati
Competenza e mobilità professionale
Saul Meghnagi.

Un'analisi in profondità del concetto di competenza esperta, applicato ai temi dell'organizzazione del lavoro e della formazione, in una prospettiva che sappia favorire la mobilità sociale e professionale delle persone. Il contributo di uno dei massimi studiosi italiani ed europei di educazione degli adulti e di problematiche didattico-formative.