Giacinto Militello
Passione e competenza
Dall’impegno nell’università alla scelta del sindacato. L’autunno caldo dei braccianti: Avola e la lotta per i piani colturali. La forte cultura unitaria dei lavoratori chimici. Nella segreteria della Cgil. Dal sindacato alle istituzioni: presidente dell’Inps e giudice dell’Antitrust.
Prefazione di: Mimmo Carrieri
Giugno 2019
100 pag
ISBN: 978-88-230-2220-1
Collana: Storia e memoria
Descrizione
Come tanti della sua generazione Giacinto Militello era un sindacalista, ma era a tutto tondo identificato con la sinistra e la sua missione di rinnovamento sociale. Un rinnovamento per il quale si è sempre battuto, scontrandosi con gli andamenti oscillanti della realtà: mettere la sinistra, nelle sue diverse incarnazioni partitiche, al centro di un progetto di cambiamento resterà una bussola costante delle sue riflessioni.
La discussione raccolta da Guido Iocca per questo volume negli ultimi mesi della vita di Militello, individua con chiarezza i tratti di fondo del suo profilo culturale e personale. Una grande attenzione ai fenomeni
politici e alla loro evoluzione, un’idea non dirigista del cambiamento e del ruolo della sinistra. Nel contempo la capacità continua di confrontarsi con nuovi temi e specialismi, studiandoli e impadronendosene.
Segretario confederale della CGIL, presidente dell’INPS, giudice dell’Antitrust, Militello ha sempre dato prova della sua dote di fondo, che consisteva nel combinare un’intelligente barra politica, mai imprigionata
dalle logiche immediate, con una crescita progressiva della competenza tecnica, varia e complessa, eppure necessaria a sorreggere questo disegno; un binomio che nel corso degli anni si è precisato sempre di più
come un intreccio tra innovazione economica del Paese e innovazione politica della sinistra italiana.
Dalla prefazione di Mimmo Carrieri

Giacinto Militello, presidente del l’UGI, segretario nazionale della Fe derbraccianti e della FILCEA, segretario confederale della CGIL, pre si den te dell’INPS, giudice dell’Anti trust, è scomparso a Roma a giugno
2018.