Costituzione e antipolitica
Il Parlamento alla prova delle riforme
Modifiche costituzionali e "Italicum", capisaldi di un unico disegno accentratore. Le ragioni fondamentali per il NO al referendum
Pubb. : Luglio 2016
248 pag
ISBN: 978-88-230-2036-8
Collana: Citoyens
Descrizione
Il tema della revisione costituzionale della forma di governo ha impegnato per decenni la riflessione costituzionalistica e il dibattito politico, alimentando il mito della Grande Riforma. Negli ultimi anni la delegittimazione del sistema politico, di pari passo con l’avanzare dell’antipolitica e il dilagare di argomenti e modelli di azione propri del populismo, hanno trasformato questo delicatissimo tema in uno dei tanti punti programmatici della politica governativa. La politica costituzionale ha ceduto così il campo sia all’antipolitica sia alla politica del «fare», che ha portato all’approvazione di un testo di revisione della seconda parte della Costituzione farraginoso e poco omogeneo, col quale si stravolge il bicameralismo senza cancellarlo, si introduce una pluralità disorganica di procedimenti legislativi, si amputa la rappresentanza politica squilibrando il rapporto tra i poteri a tutto favore dell’Esecutivo.