carrello
notiziario
rgl
home page

le ultime sentenze pubblicate

Tribunale Milano, N.2766-28 Gennaio 2013

(Tribunale Milano
N:2766 - 28 Gennaio 2013)

Est. Lualdi – M.D. (avv. Moro) c. Transport Line Scrl (avv. Lo Presti).

Note: Violazione del principio di proporzionalità e nuovi regimi sanzionatori in caso di licenziamento disciplinare illegittimo
Parole chiave: licenziamento :: individuale :: articolo :: 18 :: stat. :: lav. :: fatti :: rientranti :: condotte :: punibili :: sanzioni :: conservative ::

Licenziamento individuale – Fatto rientrante tra le condotte punibili con una sanzione conservativa – Tutela ex art. 18, comma 4, legge n. 300/1970 – Sussistenza.

In materia di licenziamento disciplinare dopo la novella dell’art. 18, legge n. 300/1970, se il fatto rientra tra le condotte punibili con una sanzione conservativa sulla base delle previsioni dei contratti collettivi ovvero dei codici disciplinari applicabili, il datore di lavoro è condannato alla reintegrazione del lavoratore e al risarcimento del danno pari alla retribuzione globale di fatto dal giorno del licenziamento sino a quello dell’effettiva reintegrazione, con il limite massimo di dodici mensilità.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte Appello Venezia, N.-24 Gennaio 2013

(Corte Appello Venezia
N: - 24 Gennaio 2013)

gennaio 2013, Sez. lav. – Pres. D’Amico, Est. Parise – M.R. (avv.ti Bacci, Gaiotti) c. Ebara Pumps Europe Spa (avv.ti Boccardi, Forza).

Note: Sulla qualificazione giuridica della lettera di intenti

Lavoro subordinato – Lettera di intenti – Qualificazione giuridica della fattispecie – Recesso – Principio di buona fede – Violazione – Responsabilità precontrattuale – Sussistenza.

In presenza di una lettera di intenti non può considerarsi automaticamente costituito un rapporto di lavoro. È, invece, necessario effettuare un’indagine sulla volontà espressa dalle parti nella lettera, al fine di ricostruire la reale intenzione dei contraenti, i quali dovranno comportarsi, nel corso delle trattative, secondo buona fede. La violazione del principio di buona fede comporta la sussistenza di una responsabilità precontrattuale.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte Appello Roma, N.377-23 Gennaio 2013

(Corte Appello Roma
N:377 - 23 Gennaio 2013)

Pres. ed Est. Torrice – XXX (avv.ti Sconocchia, Frigo, Rossi) c. XXX (avv. Pietrograzia).

Note: Corti d'Appello sull'art. 434 c.p.c. riformato: l'onere degli avvocati di scrivere anche la sentenza

Controversie di lavoro e previdenza – Ricorso in appello – Omessa indicazione delle modifiche proposte dall’appellante e dei valori monetari riguardanti le differenze retributive richieste – Inammissibilità

L’onere per l’appellante di indicare le modifiche riguardanti la sentenza impugnata, nel caso si tratti della condanna al pagamento di differenze retributive, comporta l’allegazione di prospetti contabili alternativi a quelli posti alla base della decisione impugnata, in assenza dei quali il giudice di appello non può procedere ad una nuova rideterminazione.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale Ravenna, N.-22 Gennaio 2013

(Tribunale Ravenna
N: - 22 Gennaio 2013)

Est. Riverso – B.B., B.M., C.V., C.A., D.A., G.M., M.R., M.A., N.G., P.A., S.A., A.A., R.S., A.M., C.M.G.S., P.C., C.F. (avv.ti Lamma, Bordigoni) c. Eni Spa (avv.ti Tursi, Calabrese, Adinolfi) e Spe Spa (avv.ti Petronio, Mazzoni, Petronio, Sangiorgi).

Note: Autonomia e preesistenza del ramo d’azienda ceduto: al datore di lavoro una mera facoltà ricognitiva
Parole chiave: Trasferimento di azienda ::

Trasferimento d’azienda – Art. 2112 cod. civ. – Ramo autonomo – Elementi essenziali – Autonomia organizzativa – Preesistenza

Per individuare un ramo d’azienda ex art. 2112 cod. civ. è necessaria la presenza di un’articolazione funzionalmente autonoma di un’attività economica organizzata che conservi la propria identità dopo il trasferimento. Elementi essenziali che connotano il ramo d’azienda sono l’autonomia organizzativa e funzionale nonché la sua preesistenza
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa