carrello
notiziario
rgl

appalto

T. Brescia, N.-10 Gennaio 2017

(T. Brescia
N: - 10 Gennaio 2017)

Note:
Parole chiave: appalto ::

.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte Appello Genova, N.148-9 Aprile 2013

(Corte Appello Genova
N:148 - 9 Aprile 2013)

Pres. de Angelis, Est. Vigotti – Inps (avv. Fuochi) c. T. Spa (avv.ti Battaglia, C. Paroletti, A. Paroletti) + 1.

Note: Appaltatore inadempiente, tutela dei diritti retributivi e previdenziali dei lavoratori, obbligo solidale del committente

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità del committente – Pagamento del trattamento di fine rapporto ai dipendenti dell’appaltatore – Diritto del committente di chiedere al Fondo di tesoreria il rimborso di quanto erogato – Riconoscimento.

Il committente che ha erogato ai dipendenti dell’appaltatore – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – le quote di trattamento di fine rapporto maturate nel corso dell’appalto e regolarmente pagate dall’appaltatore al Fondo di tesoreria dal 1° gennaio 2007 ha il diritto di richiedere la restituzione delle predette somme dall’Inps quale gestore del Fondo di tesoreria.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale Roma, N.-20 Novembre 2007

(Tribunale Roma
N: - 20 Novembre 2007)

Sez. lav. – Est. Delle Donne – De A. S. (avv.ti Panici, Guglielmi, Salvagni, Giuliani) c. Cronos Italia Srl (avv.ti Maresca, Grassi, Bonomo)

Note: Appalto, trasferimento d’azienda e contratto di inserimento per sole donne: un esempio, mal riuscito, di law shopping?

Appalto – Subentro di nuovo appaltatore – Trasferimento d’azienda – Sussistenza – Conseguenza: applicazione dell’art. 2112 cod. civ. – Contratto di inserimento – Causa – Adattamento al contesto lavorativo – Mancanza del progetto di inserimento – Nullità del contratto.

È configurabile un trasferimento d’azienda ex art. 2112 cod. civ. quando, pur trattandosi di successione nell’appalto di un servizio ex art. 29, d.lgs. n. 276/03, risulta in concreto dimostrato l’avvenuto trapasso di elementi significativi per la gestione del servizio stesso. Il trasferimento d’azienda non è escluso ove l’acquisizione del personale dal precedente appaltatore non è avvenuto per legge, contratto collettivo nazionale di lavoro o clausola del contratto di appalto, bensì per libero atto di volontà della società subentrante.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte Appello Torino, N.196-13 Aprile 2015

(Corte Appello Torino
N:196 - 13 Aprile 2015)

Pres. ed Est. Sanlorenzo, Cons. Mancuso, Cons. Visaggi – Comune di Settimo Torinese (avv. Ghione) c. N.R. e K.S. (avv. Berti). Conf. Tribunale di Torino, 18 febbraio

Note: Ancora sulla responsabilità solidale negli appalti pubblic
Parole chiave: applicazione :: d.lgs. n. 276/2003 :: comma 2 :: 29 :: articolo :: pubblico :: appalto ::

Appalto – Appalti pubblici – Art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – Applicazione – Art. 9, d.l. n. 76 del 2013 – Valore interpretativo – Esclusione

Le pubbliche amministrazioni non possono ritenersi escluse tout court dall’applicazione dell’intero d.lgs. n. 276/2003, per effetto della previsione contenuta nell’art. 1, comma 2, la cui diversa lettura sarebbe incostituzionale per violazione dell’art. 76 Cost. A diverse conclusioni non può pervenirsi alla luce dell’art. 9, d.l. n. 76 del 2013, che non è applicabile agli appalti conclusi prima della sua entrata in vigore e non è invocabile neppure in via interpretativa
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale di Parma, N.-25 Settembre 2012

(Tribunale di Parma
N: - 25 Settembre 2012)

Est. Pascarelli – L.S. Spa (avv. Ziveri) c. Inps (avv.ti Manzi, Giroldi) +1.

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Obbligazione prima della legge n. 35/2012 – Estensione dell’obbligo alle sanzioni.

Il vincolo solidale del committente ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003, come modificato, prima, dall’art. 6, d.lgs. n. 251/2004 e, poi, dall’art. 1, comma 911, legge n. 296/2006, si estende, per effetto diretto della legge, fino a ricomprendere le sanzioni civili.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Cassazione, N.13179-25 Mag 2017

(Cassazione
N:13179 - 25 Mag 2017)

Note:
Parole chiave: appalto :: decadenza ::

.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte di appello Genova, N.553-13 Giugno 2012

(Corte di appello Genova
N:553 - 13 Giugno 2012)

Pres. ed Est. Ghinoy – T. Spa (avv.ti Battaglia, C. Paroletti, A. Paroletti) c. Inps (avv. Lo Scalzo) + 1

Note: Appaltatore inadempiente, tutela dei diritti retributivi e previdenziali dei lavoratori, obbligo solidale del committente

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità del committente – Pagamento del trattamento di fine rapporto ai dipendenti dell’appaltatore – Diritto del committente di chiedere al Fondo di garanzia il rimborso di quanto erogato – Esclusione

Il committente che ha erogato ai dipendenti dell’appaltatore – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – le quote di trattamento di fine rapporto maturate nel corso dell’appalto non può surrogarsi nel diritto che questi ultimi vantavano nei confronti del Fondo di garanzia, che, avendo l’unica funzione di garantire i lavoratori, non può intervenire in favore di terzi
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Corte Appello Trento, Sezione distaccata di Bolzano, N.22-30 Novembre 2011

(Corte Appello Trento, Sezione distaccata di Bolzano
N:22 - 30 Novembre 2011)

Pres. Pichler, Est. Bonell – D.D.Z.I. ed E.K.H. (avv. Lanzinger) c. Commissariato del Governo per la Provincia di Bolzano (Avv. Stato di Trento) e c. Coop. Servizi Società Cooperativa (contumace).

Note: La tutela del credito da lavoro negli appalti con il committente pubblico

Appalto – Retribuzione – Diritti dei dipendenti degli appaltatori nei confronti dei committenti – Responsabilità solidale tra committente e appaltatore – Pubblica amministrazione – Art. 1, comma 2, e art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – Art. 6, legge n. 30/2003 – Applicabilità – Art. 1676 cod. civ. – Controversie di lavoro e previdenza – Lavoro subordinato

Secondo un’interpretazione costituzionalmente orientata che favorisca una lettura coerente con i princìpi e criteri fissati dalla legge delega, l’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003, che fa nascere in capo al committente, all’appaltatore e all’eventuale subappaltatore un obbligazione solidale per i crediti retributivi e previdenziali dei dipendenti delle ditte in appalto o sub-appalto, può essere applicato alla pubblica amministrazione, nella sua veste di committente. In conformità con quanto previsto dalla legge delega, l’esclusione della pubblica amministrazione riportata nel decreto legislativo deve essere letta sottintendendo «nella sua veste di datore di lavoro»
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Cassazione, N.23732-22 Novembre 2016

(Cassazione
N:23732 - 22 Novembre 2016)

Note:
Parole chiave: appalto ::

.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale di Forlì, N.-11 Novembre 2011

(Tribunale di Forlì
N: - 11 Novembre 2011)

Est. Angelini Chesi – Soc. C.A. Spa (avv.ti Foschi, Fanfani) c. Inps (avv.ti Vestini, Ciarelli) +2

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Decadenza dall’esercizio dell’azione – Inapplicabilità della decadenza agli enti previdenziali

Gli enti previdenziali, anche dopo la conclusione dell’appalto, devono agire nei confronti del committente – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – entro il termine di prescrizione, applicandosi il termine di decadenza di due anni solo ai lavoratori.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa