sicurezza sociale

Sicurezza sociale

Articolo scritto da: LorenzoFassina

SOMMARIO: 1. «Bonus bebè» e competenze regionali — 2. Congedo parentale per il coniuge del disabile.

Per la terza volta all'attenzione della consulta il trattamento previdenziale dei direttori delle aziende sanitarie

Articolo scritto da: Dario Marinuzzi

Il Tribunale civile di Trento, sez. lav., con ordinanza del 17 gennaio 2013, in corso di pubblicazione in G.U., ha dichiarato rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’ art. 3bis, comma 11, del d. lgs. 30.12.1992, n. 502 (inserito dall’ art. 3, comma 3, del d. lgs. 19.6.1999, n. 229), nella parte in cui comporta oneri aggiuntivi per il bilancio dell’ I.N.P.S. gestione ex INPDAP. La questione, dunque, ritorna alla attenzione della Consulta per la terza volta, dopo essere stata già scrutinata con precedenti sentenze nn. 351/2010 e 119/2012.

Tribunale di Trento, N.ordinanza-17 Gennaio 2013

Pensione – Indennità premio di servizio – Modalità di calcolo – Questione di legittimità costituzionale dell’art. 3-bis, comma 11, del d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502.

È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 3-bis, co. 11, d.lgs. 502/92, nella parte in cui, commisurando la indennità premio di servizio, ex artt. 2 e 4, l. 152/68, secondo il parametro del trattamento retributivo effettivamente percepito dal dipendente pubblico in relazione all’incarico conferitogli di direttore generale o di direttore amministrativo o di direttore sanitario delle aziende e degli enti del Servizio sanitario regionale e delle Province autonome, in luogo del precedente parametro costituito dal trattamento retributivo previsto in relazione al rapporto di lavoro dipendente, comporta oneri aggiuntivi per il bilancio dell’Inps gestione ex Inpdap senza indicare i mezzi per far fronte alle nuove e maggiori spese.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

La Corte di Cassazione, sezione lavoro, anno 2011

Articolo scritto da: Fabrizio Miani Canevari

Premessa. Tutela contro gli infortuni e le malattie professionali. Trattamenti per vecchiaia e invalidità. Trattamenti di riversibilità. Prestazioni previdenziali per i lavoratori agricoli. Trattamenti per disoccupazione, mobilità, lavori socialmente utili. Benefìci per esposizione all’amianto. Prestazioni assistenziali. Obblighi e benefìci contributivi. Indebito previdenziale.

Sicurezza sociale

Articolo scritto da: LorenzoFassina

SOMMARIO: 1. Pignorabilità delle pensioni dei giornalisti. — 2. Reversibilità della pensione indiretta di guerra.

La Corte Costituzionale, Le decisioni nel trimestre luglio-settembre 2008, Sicurezza sociale

Articolo scritto da: LorenzoFassina

1. Decadenza per la pensione privilegiata. — 2. Invalidi civili extracomunitari.

La Corte Costituzionale. Le decisioni nel trimestre luglio-settembre 2014. Sicurezza sociale

Articolo scritto da: LorenzoFassina

Estinzione processi pendenti sotto i 500 euro. — 2. Irretroattività decadenze previdenziali. — 3. Sanzioni penali per omissione contributiva.

Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Articolo scritto da: Carla D'Aloisio

Le sentenze, che concernono tutte la risoluzione di controversie aventi ad oggetto l’obbligazione del committente di pagamento dei contributi previdenziali ed assicurativi in favore dei lavoratori impiegati nell’esecuzione dei lavori, oggetto di appalto, sono caratterizzate da un comune denominatore, un contrasto interpretativo circa l’àmbito di estensione della responsabilità del committente, in relazione agli obblighi contributivi dell’appaltatore, e le azioni che lo stesso può esercitare per recuperare quanto versato per l’adempimento dell’obbligazione del datore di lavoro.

Corte d'Appello di Genova, N.-13 Giugno 2012

(Corte d'Appello di Genova
N: - 13 Giugno 2012)

Pres. ed Est. Ghinoy – T. Spa (avv.ti Battaglia, C. e A. Paroletti) c. Inps (avv. Lo Scalzo) +1

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Pagamento del trattamento di fine rapporto ai dipendenti dell’appaltatore – Diritto del committente di chiedere al Fondo di garanzia il rimborso di quanto erogato – Esclusione.

Il committente che ha erogato ai dipendenti dell’appaltatore – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – le quote di trattamento di fine rapporto maturate nel corso dell’appalto non può surrogarsi nel diritto che questi ultimi vantavano nei confronti del Fondo di garanzia, che, avendo l’unica funzione di garantire i lavoratori, non può intervenire in favore di terzi.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale di Torino, N.-18 Ottobre 2012

(Tribunale di Torino
N: - 18 Ottobre 2012)

Est. Fierro – F. Snc (avv.ti Grosso, Oliva) c. Inps (avv. Ollà) +1.

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Pagamento del trattamento di fine rapporto ai dipendenti dell’appaltatore – Diritto del committente di chiedere al Fondo di garanzia il rimborso di quanto erogato – Esclusione.

Il committente che ha erogato ai dipendenti dell’appaltatore – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – le quote di trattamento di fine rapporto maturate nel corso dell’appalto non può surrogarsi nel diritto che questi ultimi vantavano nei confronti del Fondo di garanzia, che, avendo l’unica funzione di garantire i lavoratori, non può intervenire in favore di terzi.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale di Parma, N.-25 Settembre 2012

(Tribunale di Parma
N: - 25 Settembre 2012)

Est. Pascarelli – L.S. Spa (avv. Ziveri) c. Inps (avv.ti Manzi, Giroldi) +1.

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Obbligazione prima della legge n. 35/2012 – Estensione dell’obbligo alle sanzioni.

Il vincolo solidale del committente ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003, come modificato, prima, dall’art. 6, d.lgs. n. 251/2004 e, poi, dall’art. 1, comma 911, legge n. 296/2006, si estende, per effetto diretto della legge, fino a ricomprendere le sanzioni civili.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Tribunale di Forlì, N.-11 Novembre 2011

(Tribunale di Forlì
N: - 11 Novembre 2011)

Est. Angelini Chesi – Soc. C.A. Spa (avv.ti Foschi, Fanfani) c. Inps (avv.ti Vestini, Ciarelli) +2

Note: Sulla responsabilità solidale del committente in relazione agli obblighi contributivi dell'appaltatore.

Appalto – Appalto di servizi – Responsabilità solidale del committente – Decadenza dall’esercizio dell’azione – Inapplicabilità della decadenza agli enti previdenziali

Gli enti previdenziali, anche dopo la conclusione dell’appalto, devono agire nei confronti del committente – ai sensi dell’art. 29, comma 2, d.lgs. n. 276/2003 – entro il termine di prescrizione, applicandosi il termine di decadenza di due anni solo ai lavoratori.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

La Corte Costituzionale. Le decisioni nel trimestre ottobre-dicembre 2011. Sicurezza Sociale

(CORTE COSTITUZIONALE
, n.)

Corte Cost., 16 dicembre 2011, n. 329 – Pres. Quaranta, Red. Grossi; Corte Cost. 9 novembre 2011, n. 293 – Pres. Quaranta, Red. Criscuolo.

Articolo scritto da: LorenzoFassina

1. Indennità di frequenza per minore extracomunitario. — 2. Rivalutazione indennizzi legge n. 210/1992.

Sicurezza sociale

Articolo scritto da: LorenzoFassina

SOMMARIO: 1. Opposizione a decreto ingiuntivo contributivo. — 2. Riscossione crediti previdenziali.