diritto del lavoro

Il diritto del lavoro tra Stato e Regioni: riforma costituzionale e anticipazioni legislative

Articolo scritto da: Anna Trojsi

Il saggio ricostruisce l’evoluzione del riparto di competenze tra Stato e Regioni in materia di lavoro, ed esamina le novità della riforma costituzionale del 2016. Rileva, infine, analiticamente il medesimo intento accentratore nella coeva riforma legislativa statale del Diritto del lavoro.

Imprese transnazionali e trattati di libero scambio: il difficile cammino del diritto del lavoro

Articolo scritto da: AmosAndreoniAdalbertoPerulli

Presentazione del fascicolo della Rivista che intende contribuire a una riflessione aggiornata sul tema del processo della internazionalizzazione dei mercati. I saggi si interrogano sui nessi che collegano la liberalizzazione degli scambi, l'integrazione dei mercati e i diritti sociali, e dunque sugli effetti prodotti su quei diritti dai trattati di libero scambio e dall’attività delle organizzazioni internazionali interessate. Il tutto in una prospettiva capace di connettere i tradizionali congegni del diritto internazionale del lavoro con quelli del diritto del commercio mondiale.

Ricordo di Mario Napoli

Articolo scritto da: Vincenzo Ferrante

Un ricordo di Mario Napoli Professore di diritto del lavoro.

Il diritto del lavoro di fronte alla Costituzione europea

Articolo scritto da: Mario Rusciano

SOMMARIO: 1. Punti di continuità e di discontinuità nel complesso delle norme costituzionali europee. — 2. Il riequilibrio fra la dimensione sociale e il mercato. — 3. I «diritti collettivi» nella Costituzione. — 4. I profili legati al rapporto individuale. — 5. La portata dei diritti sociali: norme precettive vs. norme programmatiche? — 6. Le tecniche giuslavoristiche di tutela fra inderogabilità e soft law. — 7. Conclusioni.

Libertà economiche fondamentali, circolazione dei servizi e diritto del lavoro

Articolo scritto da: Stefano Giubboni

L’articolo riesamina criticamente la giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea sul controverso rapporto tra diritti del lavoro nazionali e libera circolazione dei servizi. La prima parte dell’analisi è dedicata al mutamento dei paradigmi interpretativi consumatosi a partire dalla traslazione della fattispecie del distacco transnazionale dal campo di applicazione della libertà di circolazione dei lavoratori a quello della libera prestazione dei servizi.

Il passaggio del testimone

Articolo scritto da: BrunoVeneziani

Un saluto di Bruno Veneziani che lascia la direzione delle Rivista Giuridica del Lavoro.

Rischio e sicurezza nel rapporto di lavoro

Articolo scritto da: Piera Loi:

La crisi economica ha colpito diversi lavoratori, dimostrando che i rischi prodotti dal funzionamento del mercato del lavoro e dal funzionamento dei mercati finanziari, sono sopportati da alcuni lavoratori e non da altri. La proposta in questo paper è che il dibattito sia reindirizzato sulla coppia concettuale rischio-sicurezza, anziché sulla coppia flessibilità- sicurezza, ripensando le funzioni del diritto del lavoro e dei diritti fondamentali, come meccanismi di protezione dei lavoratori contro i rischi prodotti dal mercato

L'anomalia post positivista del diritto del lavoro e la questione del metodo

Articolo scritto da: Massimo D'Antona

L’estendersi, tra i giusprivatisti, di una discussione sul metodo, si presta ad alcune rapide annotazioni di carattere generale (per esprimere le quali prenderò a prestito da Thomas Kuhn qualcuna delle sue brillanti figurazioni) e ad un discorso più approfondito sulle non trascurabili difficoltà di una scienza giuridica che si ponga consapevolmente sulla via del «post positivismo»

Lex mercatoria e diritto del lavoro

Articolo scritto da: Fabrizio Marrella

La nuova lex mercatoria non è prodotta dagli Stati e dalle organizzazioni internazionali, bensì dagli stessi operatori economici del commercio internazionale, i quali divengono la fonte di quelle regole e i loro destinatari. Nel saggio viene analizzato questo processo: la nuova lex mercatoria esalta la contrattazione libera e incondizionata promuovendo valori che, di per sé, paiono antitetici al diritto del lavoro.

Istituzioni e negoziazioni territoriali:un’analisi della strumentazione giuridica

Articolo scritto da: LorenzoZoppoli

Si analizza lo spazio giuridico delle negoziazioni territoriali, che, nel duplice aspetto di prassi concertative o negoziali, riguardano le varie istituzioni. Rilevato il blando sostegno che negli assetti costituzionali italiani ed europei deriva alla sussidiarietà orizzontale praticata attraverso la regolazione collettiva del lavoro, si esamina, adottando una prospettiva metodologica pluriordinamentale, se e in che misura la dimensione territoriale abbia avuto rilevanza giuridica nel diritto sindacale italiano.