contrattazione collettiva

Il rinnovo del 1° febbraio 2013 del Ccnl telecomunicazioni

Articolo scritto da: Silvia Magnifico

In data 1° febbraio 2013 è stata stipulata tra la Asstel – associazione che nell’ambito di Confindustria rappresenta le imprese esercenti servizi di telecomunicazione – e le Oo.Ss. di settore l’ipotesi di accordo – valida per il triennio 2012-2014 – per il rinnovo del Ccnl telecomunicazioni, scaduto il 31 dicembre 2011.

Le tutele degli agenti e dei rappresentanti commerciali alla luce dei rinnovi degli Aec nel settore commercio

Articolo scritto da: Alessandro Veltri

SOMMARIO: 1. La premessa del nuovo Accordo economico collettivo. — 2. Le definizioni di agente e di rappresentante di commercio. — 3. Il diritto del preponente di variare unilateralmente zona, clienti, prodotti, misura delle provvigioni. — 4. La provvigione. — 5. Gravidanza e puerperio. — 6. Patto di non concorrenza. — 7. La nuova applicazione dell’art. 1751 cod. civ. nell’Accordo economico collettivo. — 8. Ulteriori novità dell’Accordo e considerazioni conclusive.

Le novità nell’accordo di rinnovo del Ccnl dei dirigenti delle imprese di trasporto pubblico locale

Articolo scritto da: Annamaria Lucarelli

1. Premessa: il percorso di unificazione dei contratti collettivi dei dirigenti dei servizi pubblici 2. Sul trattamento economico: il minimo complessivo di garanzia 3. La conferma della Commissione bilaterale permanente e lo strumento della retribuzione variabile incentivante. — 4. La responsabilità civile e/o penale connessa all’esercizio di attività di servizio pubblico. — 5. Il diritto di informazione e consultazione delle Rsa. — 6. La contribuzione al fondo Previndapi. — 7. L’assistenza sanitaria integrativa, il bilancio delle competenze e la gestione separata Fasi 8. Conclusioni

Contrattazione collettiva. Periodo II semestre 2015 - I semestre 2016

Gli accordi interconfederali - I contratti collettivi nazionali di categoria - I contratti collettivi di livello aziendale.

Gli accordi collettivi di prossimità tra contrarietà ai princìpi costituzionali e incertezze di sistema

Articolo scritto da: Ginevra GalliAlberto Lepore

Le riforme del lavoro dell’ultimo ventennio hanno mutato in senso peggiorativo le tutele stratificatesi nel corso degli anni, frutto delle lotte operaie susseguitesi nel corso di tutto il secolo XX al fine di sostenere le ragioni economiche degli imprenditori. Gli autori in questo panaorama analizzano l’art. 8 della legge 14 settembre 2011, n. 148, intitolato «Sostegno ai contratti collettivi di prossimità». In realtà, la norma non è affatto finalizzata a sostenere alcunché quanto a disapplicare le norme stesse del diritto del lavoro.

La sentenza n. 231/2013 della Corte costituzionale sullo sfondo della crisi del sistema sindacale anomico

Articolo scritto da: Raffaele De Luca Tamajo

Lo scritto prende in considerazione (oppure ripercorre) le diverse nozioni giuridiche di rappresentatività sindacale presenti nell’ordinamento ed evidenzia il significato e la finalità storicopolitica di ciascuna. Particolare attenzione viene data alla nozione introdotta dalla Corte costituzionale con la sentenza n. 231/2013 e ai possibili sviluppi legislativi della materia.

Le prime ipotesi applicative della clausola 7 dell’Accordo interconfederale 28 giugno 2011 e dell’art. 8 della legge n. 148/2011

Articolo scritto da: Luisa Monterossi

1. Le deroghe «a regime» ai sensi dell’Accordo interconfederale 28 giugno 2011 in sede di rinnovo dei Ccnl.1.1. Il Ccnl del settore autostrade e trafori. 1.2. Il Ccnl del settore dell’industria cine-audiovisiva. 1.3. Il Ccnl della mobilità Area contrattuale attività ferroviarie. 1.4. Il Ccnl del settore dell’industria chimica, chimico-farmaceutica e affini.2. I primi profili applicativi dell’art. 8, comma 2-bis, legge n. 148/2011 2.1. Accordo sottoscritto dalla Banca Popolare di Bari in tema di impianti di videosorveglianza. 2.2. Accordo sottoscritto dalla Trelleborg Wheel System Spa

Relazioni sindacali e contrattazione di II livello: un’analisi a due anni dall’Accordo interconfederale del 15 aprile 2009

Articolo scritto da: Domenico Pace

1. Introduzione. — 2. Relazioni sindacali e assetti contrattuali. — 3. Gli obiettivi della contrattazione di II livello e le modalità di delega delle materie. — 4. Gli indici di produttività e i criteri di misurazione e controllo nella contrattazione di II livello. — 5. La risoluzione delle controversie in tema di assetti contrattuali. — 6. Conclusioni.

Lavoro pubblico e contrattazione collettiva

Articolo scritto da: Alessandro Bellavista

SOMMARIO: 1. Premessa. — 2. La negoziabilità dell’organizzazione e dei poteri dirigenziali. — 3. Il sistema di relazioni sindacali nella contrattazione collettiva. — 4. Le tendenze delle relazioni sindacali nel lavoro pubblico. — 5. Quali prospettive? — 6. Un cantiere aperto.

L'accordo di rinnovo del ccnl dei dirigenti del settore industria del 30 dicembre 2014

Articolo scritto da: Angela Gambardella

Le principali novità, la decorrenza e la scadenza della nuova disciplina contrattuale. Unico livello retributivo minimo. L’obbligatorietà dei compensi di importo variabile collegati a indici e/o risultati (Management by objective). La risoluzione del rapporto di lavoro e i nuovi termini di preavviso. L’indennità supplementare «a tutele crescenti». La procedura di licenziamento collettivo interessa anche i dirigenti. Il nuovo trattamento di trasferta e missioni. Le misure di salvaguardia dell’equilibrio economico-finanziario del Fasi.