home

sindacato

Ricominciare da sé. Idee per l’innovazione organizzativa del sindacato in Veneto

Articolo scritto da: Alfiero Boschiero,

Nel numero: N2-2008
Giovanni Sbordone, nel recentissimo saggio Il filo rosso. Breve storia della Cgil nel Veneto bianco, ripercorre con lo sguardo rigoroso dello storico i tratti salienti della vita di un sindacato alle prese con una terra, i sommovimenti del suo tessuto produttivo e sociale, ma anche con le persistenze lunghe delle sue specificità culturali e politiche. ...
Parole chiave: sindacato :: innovazione organizzativa :: Veneto ::
[...]
Il lavoro e il sindacato tra storia e sfide europee

Articolo scritto da: Adolfo. Pepe,

Nel numero: 4-2014
Il saggio prende avvio dalla ricostruzione del ruolo del movimento sindacale nella storia dell’Italia contemporanea e anche nello sviluppo della sua identità. Allo stesso tempo, in linea con le trasformazioni dello scenario nazionale e internazionale, viene sottolineata la necessità di ridefinire il ruolo e le funzioni del sindacato. Si sostiene, infatti, che la profonda debolezza e il declino del paese, e più in generale dell’Europa, sia strettamente legata alle sfide poste dalla crisi e, dunque, alla necessità di individuare a livello europeo un nuovo modello di sviluppo.
Parole chiave: sindacato ::
[...]
Una nuova "cultura dell'organizzazione" per attirare i lavoratori atipici? Il caso della Germania

Articolo scritto da: Kurt Vandaele,Janine Leschke,

Nel numero: N3-2010
Forme atipiche di occupazione in Europa e politiche sindacali di inseidamento in queste nuove ed ampie realtà del mondo del lavoro. Approccio comparato fra i vari modelli dell'organizzazione. Il caso tedesco del sindacato Ver.di. Un confronto ravvicinato fra l'espereizna tedesca e quella inglese.
Parole chiave: sindacato :: membership :: lavoratori atipici :: Germania ::
[...]
Per una riflessione sul nuovo modello del "progressismo conservatore" britannico

Articolo scritto da: Maria Paola_Del Rossi,

Nel numero: N3-2011
La proposta del leader del partito conservatore e primo ministro britannico, David Cameron, di una “Big Society” si inserisce all’interno del più ampio dibattito internazionale sulla “trasformazione dello Stato sociale” e sulla riforma del welfare. Il saggio analizza i caratteri dell’attuale riforma della politica economica e sociale britannica e tenta di individuare i punti di continuità e rottura del progetto di costruzione di una “grande società” rispetto alla tradizione del conservatorismo progressista britannico, passando attraverso le grandi trasformazioni imposte da Margharet Thatcher.
[...]
La dignità del lavoro nei percorsi del sindacato

Articolo scritto da: Adolfo. Pepe,

Nel numero: N2-2009
Una riflessione in chiave storica dell'identità attuale della CGIL
Parole chiave: sindacato :: CGIL :: identità ::
[...]
Per una nuova stagione di studi su Di Vittorio

Articolo scritto da: Francesco Giasi.,

Nel numero: N2-2006
Il dibattito sulla storia del movimento sindacale italiano promosso nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della Cgil ha riproposto l’esigenza di una più aggiornata valutazione dell’attività e dell’eredità di Giuseppe DiVittorio. Qualsiasi ricostruzione e interpretazione non possono d’altronde prescindere dal peso avuto da un protagonista che ha accompagnato le vicende del movimento sindacale del novecento con una così grande influenza e per un così lungo periodo. ...
[...]
Impieghi precari, impiego standard e ruolo del sindacato

Articolo scritto da: Christian Dufour.,Adelheid Hege,

Nel numero: N3-2006
Per indagare sulle relazioni tra forme di impiego atipiche e intervento sindacale prendiamo in esame la situazione di nove paesi, sette dei quali europei. Tutti fanno parte di quel piccolo numero di paesi che vantano uno sviluppo economico di vecchia data, nei quali la condizione di lavoratore salariato si è progressivamente imposta come forma dominante di integrazione della popolazione nella vita economica e sociale. ...
Parole chiave: sindacato :: precarietà ::
[...]
Settorializzazione e territorializzazione delle relazioni industriali: la via italiana al decentramento contrattuale

Articolo scritto da: Paolo Tomassetti,

Nel numero: 4-2017
L’articolo analizza il sistema contrattuale italiano nel periodo 2012-2017. I risultati della ricerca mostrano la persistente rilevanza della contrattazione collettiva di categoria. Si osservano forme di decentramento settoriale e territoriale. Le deroghe aziendali sono limitate, anche se si riscontra una diffusa violazione di quelle procedurali e dei riparti di competenza tra diversi livelli contrattuali.
[...]
Presenza, audience e influenza sindacale. Il caso spagnolo

Articolo scritto da: Pere J. Beneyto,

Nel numero: N1-2008
Il ritorno della democrazia in Spagna e, con esso, la legalizzazione dei sindacati e la progressiva normalizzazione dei rapporti di lavoro, si è prodotto con più di tre decenni di ritardo rispetto alla media europea e ha coinciso, inoltre, con la fase più dura della crisi economica degli anni settanta, proprio quando i modelli più consolidati cominciavano a presentare i primi sintomi di esaurimento, dopo aver raggiunto la massima espansione durante gli anni d’oro dell’economia keynesiana, della produzione fordista e dello sviluppo del welfare state. ...
Parole chiave: sindacato :: Spagna ::
[...]
Per la ricostruzione del valore «politico» del lavoro

Articolo scritto da: Sandro Antoniazzi,

Nel numero: 2-2015
Per due secoli il lavoro è stato al centro della storia sociale, economica e politica. Ora non è più così. Da quando gli studiosi hanno avvertito che la classe operaia non era il soggetto destinato a cambiare il mondo, hanno smesso di studiare il lavoro (Axel Honneth). Sarebbe invece il momento di studiarlo di più, dati i grandi mutamenti intervenuti, sia per elaborare un’idea più attuale di lavoro, sia perché il movimento dei lavoratori rimane un soggetto essenziale, anche se non unico, per trasformare la società. Nella nuova situazione profondo è il cambiamento richiesto al sindacato. Il rallentamento della crescita appanna il suo ruolo di distributore della ricchezza, spingendolo a impegnarsi maggiormente sul versante della produzione. Più problematica diventa la redistribuzione del reddito e del lavoro sia tra le classi, sia tra i lavoratori stessi. È necessaria una nuova solidarietà sociale, che richiede anche un’organizzazione del sindacato che dia più ruolo ai lavoratori.
Parole chiave: solidarietà :: sindacato :: Lavoro ::
[...]