Questioni di scala
Società civile, politiche e istituzioni nell’area metropolitana di Roma
176 pag
ISBN: 88-230-1552-4
Descrizione
Dopo i tanti insuccessi registrati a partire dal 1990, nell’agenda politica di Roma è di nuovo presente una questione di scala: la possibile attuazione di una riforma del sistema di governo. Anche stavolta però il cambiamento è difficile per diversi motivi, politici e no, approfonditi nel volume. Cosa ne pensano, in particolare, gli attori sociali e istituzionali di Roma e provincia? Muovendo dai risultati di una ricerca sulle mobilitazioni della società civile nell’area metropolitana, il volume discute – collocandosi nel dibattito internazionale in corso su questi temi nelle scienze politiche e sociali – le trasformazioni di scala del potere politico locale. A Roma per diverse ragioni questi problemi rientrano con modalità contraddittorie nell’orizzonte strategico tanto della società civile che lotta per difendere i beni comuni, quanto dei governi di prossimità. Mentre la prima appare sostanzialmente indifferente, i municipi romani auspicano il cambiamento e i Comuni «minori» lo temono. Il Comune e la Provincia di Roma hanno idee fra loro diverse. Tali atteggiamenti, sommandosi alle esistenti asimmetrie di potere, rendono la riconfigurazione della scala una posta in gioco di prevalente interesse delle élite politiche ed economiche metropolitane. Queste infatti riescono meglio a strutturare le loro logiche di azione in una dimensione trans-scalare, in cui sono compresenti orizzonti locali nazionali e globali.
Rassegna:
Roma, una questione di scala
da: Terra-21 Ottobre 11
21/10/2011

Download
Questioni di scala: i movimenti della società civile romana nel volume pubblicato da Ediesse
da: Linkontro-18 Ottobre 11
18/10/2011
Roma come oggetto specifico di interesse ma anche quale modello capace di rispondere a quesiti che la trascendono. La possibile fase di riforma della sua struttura istituzionale intesa come occasione per interrogarsi su questioni che riguardano più in generale il concetto di scala, al centro di riflessioni attuali essenziali. Il volume dal titolo “Questioni di scala. Società civile, politiche e istituzioni nell’area metropolitana di Roma”, curato da Ernesto d’Albergo e Giulio Moini, entrambi docenti di Sociologia del fenomeni politici all’Università La sapienza di Roma, e appena uscito per le edizioni Ediesse ci aiuta in quest’ottica a comprendere più a fondo analisi che studi sociologici recenti ci mettono a disposizione per quanto riguarda la relazione tra i cambiamenti nell’organizzazione spaziale della politica, i conflitti sociali e il potere. Il volume ci mostra i risultati di una ricerca volta a indagare sul rapporto tra mobilitazioni sociali differenti per forme e contenuti e prospettive di ristrutturazione dell’architettura governativa nell’area metropolitana di Roma, oggi che – a seguito della legge n. 42 del 2009 – una tale ristrutturazione è di nuovo inserita nell’arco delle possibilità concrete, dopo il fallimento della ‘città metropolitana’ prevista fin dal lontano 1990 e mai realizzata. Leggendo il libro curato da d’Albergo e Moini scopriamo che la società civile ha ben meno presente e ben meno a cuore la questione del cambiamento delle forme governative nell’area metropolitana romana, laddove sono piuttosto le élite della politica e dell’economia a porre tale questione sul piatto della posta in gioco. Percorrendo inoltre la scala del governo locale, si scopre che la percezione della riforma cambia a seconda del luogo in cui ci troviamo. Comune e Provincia hanno opinioni differenti al proposito, mentre i Municipi si differenziano tra loro a seconda della loro distanza dal centro della città. Molte le domande cui il libro fornisce una risposta e altrettante quelle che sorgono durante la ricerca e che rimangono aperte a indicare un percorso, costituendo queste ultime un arricchimento al pari - se non maggiore – delle prime.