Che cos’è la logistica. La logistica industriale e la logistica come industria. La rivoluzione logistica e i suoi paradossi.
LIBRO
Prezzo: 12.00€
L’idea di Enrico Ferri. Ottobre 1906: Roma ha la sua Casa del Popolo al Celio. Una grande stagione di iniziative culturali.
LIBRO
Prezzo: 13.00€

L'officina delle idee. Le carte della Consulta giuridica della CGIL

Martedì, 4 Ottobre 2016 - 15:00
Siena - Sala consiliare - via P.A. Mattioli 10

Un futuro per la Costituzione?

Mercoledì, 5 Ottobre 2016 - 16:30
Roma - Sala Isma del Senato della Repubblica - Piazza Capranica 72
altri appuntamenti
riviste

Scopri le riviste pubblicate da Ediesse, puoi visitare i loro siti, acquistare un numero oppure abbonarti

rivista giuridica del lavoronotiziario della rivista giuridica del lavoro
rivista delle politiche socialiquaderni di rassegna sindacale
le rivsite di Ediesse
Ediesse
RecluseRecluse

Lo sguardo della differenza femminile sul carcere

icona sfoglia
Current View
Versione stampabile
Pubblicato nel: Novembre 2014
Pagine: 320
ISBN: 978-88-230-1899-0
LIBRO
Prezzo: 16.00€

Le donne sono una percentuale minoritaria dell’intera popolazione detenuta italiana, appena il 4%.Questa loro scarsa presenza, invece di rappresentare la garanzia di maggiori opportunità e miglior gestione degli istituti che le ospitano, si traduce troppo spesso in invisibilità e irrilevanza, e porta con sé una omologazione all’immagine della detenzione maschile che cancella ogni differenza di genere e ogni analisi che la includa e la comprenda.
Questo libro si basa su interviste a donne detenute nelle sezioni femminili delle carceri di Sollicciano, Empoli e Pisa, e nasce dal desiderio di indagare la soggettività delle donne detenute e dare ad esse voce, senza assecondare visioni «patologizzanti» del reato al femminile né facili stereotipi sulla «debolezza» delle donne detenute. Al contrario, lo sforzo è di rintracciare nelle loro biografie, nelle loro autoriflessioni e valutazioni due diverse «mappe»: quella delle sofferenze, dei fattori di stress e dei momenti critici indotti dalla carcerazione, da un lato; e dall’altro, quella delle risorse, delle strategie personali, in una parola della forza e dei fattori di tenuta, resistenza e resilienza, che consente loro non solo di «tenere» durante la detenzione, ma anche, nonostante tutto, di apprendere e immaginare un futuro.
Le autrici compiono un’analisi critica dell’istituzione carcere che guarda a possibili trasformazioni: pur consapevoli dell’irrisolvibile, ontologica sofferenza inflitta dalla detenzione, le ricercatrici si muovono nel solco di un «riformismo disincantato», volto a contrastare la quota di «sofferenza aggiuntiva», inutile e ingiusta, basata su un insufficiente riconoscimento di diritti umani e civili inalienabili. Con l’obiettivo di promuovere una cultura e una prassi che supportino – invece che limitare o osteggiare – le strategie di «tenuta» che la differenza femminile mette in campo.

Grazia Zuffa ha scritto per ediesse:

Non ci sono altri libri scritti da questo autore per Ediesse.

Grazia Zuffa ha curato per ediesse:

Non ci sono altri libri curati da questo autore per Ediesse.

Susanna Ronconi ha scritto per ediesse:

Non ci sono altri libri scritti da questo autore per Ediesse.

Susanna Ronconi ha curato per ediesse:

Non ci sono altri libri curati da questo autore per Ediesse.